Prenota

Nel labirinto non ci si perde

nel labirinto ci si trova

nel labirinto

non si incontra il minotauro

nel labirinto si incontra se stessi

 

Hermann kern

Olfatto, udito, tatto, vista e…gusto. I cinque sensi chiamati a rileggere un mondo che si svela in una dimensione multisensoriale dove il sogno dialoga con la realtà, dove perdersi diventa imperativo d’obbligo per poter godere appieno della bellezza suggestiva del cuore pulsante di un’architettura antichissima.

Luogo confortevole e raffinato in cui lo sguardo, prima del palato, potrà apprezzare la presenza discreta delle opere di artisti contemporanei di rilievo internazionale.

Dedalo, il grande architetto, scultore e inventore ateniese fu imprigionato dal Re Minosse con suo figlio Icaro all'interno di una misteriosa costruzione che lo stesso Dedalo aveva costruito per impedire la fuga del Minotauro, una creatura leggendaria metà uomo e metà toro.

Ci piace immaginare che, dopo un lungo e periglioso viaggio con ali di cera verso la libertà, sia approdato qui costruendo, questa volta per se stesso, un labirinto. Al suo interno, celate allo sguardo indiscreto del passante distratto, misteriose e seducenti figure mitologiche rendono il luogo un incantevole giardino dei sensi dove abbandonarsi a sublimi piaceri.

Dimora sicura e accogliente, un antro nelle viscere della terra dove il tempo sospeso disorienta e la mente, libera dal suo giogo, trova una dimensione ideale. Unico modo per uscirne: seguire il filo….

Dove oriente ed occidente, cielo e terra, sogno e realtà s’incontrano per offrirvi momenti unici, potrete rifugiarvi e perdervi prima di ritornare alla vita.

Prenota

+